Lecce: capoluogo barocco del Salento

Capoluogo della penisola salentina e città con un patrimonio storico culturale veramente interessante. Ecco a voi Lecce. Il popoloso centro pugliese è una meta sempre più gettonata dal turismo italiano e straniero, grazie ai tantissimi monumenti e siti d’interesse che hanno reso famoso nel mondo il barocco leccese.

Non mancano testimonianze di epoca romana, medievale, rinascimentale e quel che più fa onore a questa città è di aver saputo conservare accuratamente i suoi tesori, riuscendo a valorizzarli ancor di più anche con mostre ed eventi di sicuro richiamo turistico. Dunque, se dinanzi a voi troverete monumenti dalle sfarzose decorazioni e di una tonalità calda ed avvolgente,molto probabilmente siete a Lecce. Caratteristica fondamentale di questo stile unico è l’utilizzo della pietra leccese, di origine calcarea, si riconosce dalla luminosità e dai riflessi dorati che dona all’architettura locale.

Non solo monumenti storici e chiese, ma anche le abitazioni private presentano segni distintivi del tipico stile leccese, tanto che la città viene soprannominata la Signora del Barocco.

Centro Storico di Lecce

Centro Storico di Lecce

Il tour di Lecce inizia dal suo meraviglioso centro storico, un turbinio di mete da visitare e di strade da conoscere dove ogni angolo ha una storia da raccontare. Potere ammirare la Chiesa di Santa Maria della Provvidenza, quella di Santa Maria di Costantinopoli. Ancora la Basilica di Santa Croce ed il Palazzo Adorno, risalente al 1500. Immancabile è una visita alla famosa Piazza Duomo, dove si trova la più rappresentativa chiesa cittadina la cui prima costruzione risale al 1144.

Il Duomo fu edificato in onore di Maria SS. Assunta, ed è caratterizzato da due facciate molto diverse nello stile: quella principale più elegante e misurata, quella secondaria in chiaro stile barocco. L’interno del Duomo custodisce affreschi e dipinti di indubbia bellezza. Le chiese di Lecce sono davvero imperdibili, dunque vi consigliamo di proseguire il giro alla scoperta alla Basilica di Santa Croce, all’Abbazia di Santa Maria di Cerrate e alla Chiesa dei Santi Nicolò e Cataldo. Quest’ultima unica nel suo genere, poiché risalente al medioevo e rimodernata nella metà del 1700.

Anfiteatro di Lecce

Anfiteatro di Lecce

Le testimonianze di epoche passate di certo non mancano a Lecce, come dimostrato dal suggestivo Anfiteatro Romano risalente al II secolo d.C. Ubicato nella Piazza Sant’Oronzo l’anfiteatro è stato vittima di svariati terremoti e devastazioni. Solo negli anni ‘40 è stato riportato alla luce da una serie di scavi, ma ancora gran parte della struttura si trova inabissata nel sottosuolo della città. Restando a Piazza Sant’Oronzo non potrà passare inosservato il meraviglioso mosaico che riveste il pavimento e che raffigura il simbolo della città. Il nome della piazza si deve al Santo Patrono di Lecce, che protesse il capoluogo salentino dall’epidemia che si abbatté sul regno di Napoli.

In una città come Lecce non manca il buon cibo, tanti locali in cui divertirsi e negozi tipici in cui comprare oggetti tradizionali, ben diversi dai classici souvenir. Scoprite la città di Lecce durante le vostre vacanze in Puglia, non ve ne pentirete.

Tags: